GolCalcio.it 

LA PIU' GRAFFIANTE MATITA DEL GUERIN SPORTIVO

Marino, le vignette della storia

Dalla Stampa di Torino,ad allievo del Carlin fino a diventare il disegnatore umoristico più importante del nostro calcio

Marino Guarguaglini da Piombino, in arte solo “Marino”, rimane sicuramente il più grande disegnatore umoristico del calcio italiano. Aveva cominciato a disegnare ancora ragazzo a “La Stampa” di Torino, per poi essere convinto da Bruno Slawitz, direttore del Guerin Sportivo nell’immediato dopoguerra, ad entrare nella famosa testata sportiva. In quel giornale “Marino” fu inizialmente allievo del grande Carlin, la prima matita umoristica del settimanale sportivo.

Dopo pochi anni Marino divenne il vero protagonista dell’illustrazione umoristico – calcistica grazie ai suoi disegni ricchi di grande rapidità e precisione, realizzati  direttamente a china, caricaturando i personaggi del calcio, di tutti gli sport ed anche dello politica e dello spettacolo.

Di calcio ne sapeva poco, e le sue vignette erano “suggerite” dal Conte Rognoni, mente creative del Guerin Sportivo per moltissimi anni. Il Conte raccontava una situazione, il Marino si ritirava nel suo studio per un paio d’ore e poi ne usciva con autentici capolavori. Le stesse vittime delle sue vignette erano  i primi a mettersi i fila per  chiedere gli originali; famose i disegni che raffiguravano la coppia Nereo Rocco – Nicolò Carosio, grandi bevitori, Padre Eligio e Rivera, per non dimenticare Herrera, Riva, lo stesso Gianni Brera, suo direttore dal 1967 al 1973, e poi i politici come Andreotti, Fanfani e Malagodi e poi tantissimi altri eroi della domenica riportati con cura ed attenzioni sulle pagine del Guerin per  tanti anni, volti conditi da battute spesso assai sarcastiche.  Marino morì a Milano il 4 febbraio 1974. Oggi i suoi disegni sono riportanti nelle più importanti collezioni in Italia e all’estero. In queste pagine presentiamo alcune delle sue opere più importanti.